DIDATTICA

SCOLASTICA

Le attività che proponiamo puntano alla formazione mediante il contatto diretto con la natura, utilizzando le proprie risorse fisiche ed intellettive nell’apprendimento di tecniche ed atteggiamenti da adottare in situazioni d’emergenza o in ambiente non antropizzato.

 

Nel nostro campo scuola situato in uno splendido scenario boschivo ,abbiamo cercato di ricreare aspetti e situazioni d'avventura stimolando nei ragazzi un elemento fantastico ma al tempo stesso cognitivo.

Attraverso percorsi ludico/didattici realizzati all’interno del campo base dal quale ogni giorno si parte per vivere le più disparate esperienze di manualità ed avventura, in una dimensione di profondo contatto con l'ambiente naturale .Oltre alle attività specifiche i ragazzi saranno impegnati in semplici compiti, che riteniamo favoriscano l'instaurarsi di un atteggiamento responsabile verso i beni e i bisogni comuni (preparare i tavoli, riporre le attrezzature sportive,materiali, ecc.)

FORMAZIONE TECNICA, DIDATTICA E SOCIOLOGICA: Queste attività favoriscono l’apprendimento di molteplici materie scolastiche quali (storia, geografia, scienza,ed tecnica, ed. fisica) aiutano i ragazzi a socializzare e a lavorare in squadra, superare o comunque affrontare paure e fobie attraverso prove fisiche quali ponti tibetani,arrampicata etc.

Le attività che proponiamo sono dirette a scuole di ogni ordine e grado. Per ogni età un esperienza differente

SCUOLA PRIMARIA

NOME DEL PROGETTO: Ritorno al passato

Pacchetto giornaliero particolarmente indicato a gruppi  con età compresa trai 7 e 11 anni di età. Prevede l'insegnamento mediante il gioco, delle principali tecniche di sopravvivenza degli uomini primitivi. I bambini dopo una breve spiegazione iniziale si troveranno a vivere nel passato.. seguirà una lezione di preistoria molto interattiva.

I laboratori che si susseguono durante la giornata sono i seguenti:

Cos è l'archeologia sperimentale

La preistoria: Cenni storici sulle diverse fasi. Paleolitico, mesolitico e neolitico. Particolare attenzione verrà dedicata al genere homo.

La scoperta del fuoco: In questa fase verranno illustrate le varie tecniche di accensione del fuoco con medoti primitivi e sperimentate direttamente dai garazzi.

Costruzione cordami: Realizzazione di cordami per legature da parte dei ragazzi utilizzando fibre vegetali reperite sul campo

Le armi primitive: Dall'austrolopiteco all'homo sapiens, l'evoluzione delle armi dell'uomo primitivo. Cenni storici, visualizzazione ed uso di alcune armi primitive costruite dagli istruttori del TEAM ADVENTURE

Dove viveva l'uomo primitivo: Illustrazione temporale delle diverse tipologie di abitazioni primitive.

Durata complessiva: 6 ore 

Obiettivi:  sviluppare l’acquisizione mediante il gioco di tecniche ed atteggiamenti  utili nella vita all’aria aperta. Accrescere la coesione tra i ragazzi nel lavoro di squadra.  Approfondire la conoscenza della preistoria  attraverso laboratori teorico/pratici.

SCUOLA SECONDARIA

NOME DEL PROGETTO: Surviving ed ecologia umana

Comprendere e conoscere le potenzialità del bosco e dell'ambiente naturale, apprendendo le regole di base per sopravvivere in ambiente non antropizzato.

I laboratori che si susseguono durante la giornata sono i seguenti:

Teoria e pratica del surviving: cosa si intende per surviving, differenza tra survival e surviving;

Kit survival: illustrazione teorico pratica di un vero kit di sopravvivenza utilizzato dagli istruttori del TEAM ADVENTURE durante le escursioni ed i corsi di sopravvivenza;

Acqua: importanza dell'acqua nella vita di un essere umano, dove cercarla in caso di sopravvivenza e come purificarla nel caso non fosse potabile; (spiegazioni teoriche seguite da sperimentazioni pratiche)

Costruzione di un rifugio d’emergenza: costruzione di un riparo per la notte utilizzando solo un telo di plastica impermeabile (Poncho) e le risorse presenti nel bosco;

Tiro con l’arco: introduzione alla tecnica di tiro istintivo e cenni storici su questa antica disciplina. Prova pratica di tiro su bersaglio fisso.

Orientamento: Utilizzo degli elementi naturali per orientarsi nello spazio. Spiegazione teorico pratica delle antiche tecniche di orientamento, utilizzando esclusivamente il sole, la luna,le stelle, gli animali ed i vari segnali dati dalla natura.

Percorso di destrezza, coordinazione e resistenza: percorso di ponti tibetani ed altri passaggi su corda orizzontale, attraversamento tela del ragno (breve percorso ad ostacoli con fili intrecciati) il tutto da compiere a corpo libero con lo scopo di superare ostacoli in caso di sopravvivenza.

Durata complessiva: 6 ore

Obiettivi: questo laboratorio è diretto a classi di ogni ordine e grado. L'esperienza ha come finalità formativa la coesione tra gli individui, stimolandoli: al lavoro di squadra, al superamento di paure e fobie, alla percezione degli spazi attraverso l'orientamento e all'accrescimento della consapevolezza nelle proprie abilità manuali.

NOME DEL PROGETTO: Orienteering

La corsa di orientamento meglio conosciuta come orienteering è nata in Scandinavia, dove è chiamato lo sport dei boschi e dove rappresenta è uno degli sport Nazionali praticato da migliaia di persone. Il campo di gara è il bosco e l'obiettivo è quello di raggiungere determinati punti di controllo (lanterne) leggendo la carta che rappresenta, nei minimi particolari, il terreno e con scelte individuali di percorso.

I laboratori che si susseguono durante la giornata sono i seguenti:

Le Carte topografiche: Conoscenza e illustrazione delle principali carte topografiche e da escursionismo

Concetto di scala di grandezza:  Spiegazione teorica del concetto di scala di grandezza rapportato ad una carta topografica,  rapporti, proporzioni, equivalenze.

Curve di livello: Spiegazione teorica e relativa visualizzazione su carta del concetto di curva di livello o isoipse. Mediante questo elemento si comprenderà meglio come individuare altimetrie ed avvallamenti sulle carte topografiche.

Bussola, il magnetismo terrestre: Spiegazione teorico pratica del funzionamento di una bussola da cartografia.  Verrà chiarito il concetto di nord magnetico e nord geografico e in abbinamento con la mappa si procederà con la ricerca delle lanterne all'interno del parco.                                  Durata complessiva: 6 Ore 

Obiettivi: questo laboratorio è diretto alle classi IV° e V° elementare e scuole medie. L’orienteering  sviluppa la capacità di osservazione, la percezione e la rappresentazione  dello spazio, la capacità di scelta, di prendere delle decisioni in autonomia, il riconoscimento delle proprie capacità e dei propri limiti, la memorizzazione e la personalità. Sono escluse per la complessità le classi I°, II°e III° elementare.

SCUOLA SUPERIORE

NOME DEL PROGETTO: S.O.S SURVIVAL- Sopravvivenza urbana

EDUCAZIONE ALLA SICUREZZA E ALLA PREVENZIONE (Progetto ESP 2019)

Vivere oggi è più facile di un tempo, ma è anche vero che l'uomo corre rischi sempre più numerosi. La giungla urbana diventa più pericolosa di quella amazzonica: Si verificano violenze e rapine, incidenti chimici, infortuni domestici e cataclismi naturali sempre più frequenti, spesso provocati dall'incuria e dal poco rispetto dell'uomo verso l'ambiente naturale.

Negli ultimi decenni, il clima e di conseguenza l'ambiente,sta mutando molto velocemente in senso negativo. Alluvioni ,terremoti ,dissesto idrogeologico che causano smottamenti e frane, sono sempre più all'ordine del giorno.

Senza voler fare le cassandre del caso o infondere una cultura della psicosi da calamità naturale.. tutto questo è purtroppo realtà!

Per creare una coscienza civile occorre cominciare a preparare le nuove generazioni, insegnando il rispetto della natura e delle cose, cercando di prevedere con lungimiranza gli effetti negativi di quello che, talvolta, è solo un beneficio momentaneo. Oggi i ragazzi,sono in grado di utilizzare un telefono ultra tecnologico,computer ed ogni altro dispositivo high tech , praticano diversi sport ma non hanno resistenza allo sforzo e alla fatica in un ambiente ostile,hanno grande difficoltà ad orientarsi senza gps, non sono in grado di procurarsi cibo e acqua se non al supermercato,medicarsi una ferita ,riconoscere piante e animali e compiere le più banali operazioni manuali.

Pacchetto giornaliero  ma preferibilmente da incrementare con attività di almeno 3 incontri

Verranno approfondite le tecniche di sopravvivenza durante una calamità naturale o un disastro nucleare: orientamento (bussole, cartine, curve di livello, coordinate UTM e geografiche) realizzare un imbracatura d’emergenza e calarsi in corda doppia per sfuggire ad un pericolo imminente, effettuare una chiamata di soccorso internazionale e fornire la propria posizione per i soccorsi, allestire un rifugio d’emergenza per la notte ed  effettuare segnalazioni morce.

Sistemi di purificazione e potabilizzazione dell’acqua

Obiettivi formativi: Lo scopo di questa attività è rendere i partecipanti coscienti delle proprie capacità e  pronti a fronteggiare situazioni impreviste.

Imparare a fronteggiare la paura e ad utilizzarla come strumento di razionalità.

NOTA: Abbiamo descritto in maniera sommaria le attività per evitare eccessive lungaggini all'interno del sito

I programmi sono nettamente più dettagliati e completi.

Per chi fosse interessato può contattarci e richiedere maggiori informazioni.

home.png
  • Facebook
  • YouTube
  • Instagram